Nel Giorno della Terra, il gruppo Ascon Tecnologic annuncia un nuovo tipo di imballo per ridurre l’impatto ambientale e i costi di spedizione di grandi volumi dei suoi prodotti.

Oggi il mondo è sempre più attento all’impatto ambientale, anche nel settore industriale, soprattutto in questo settore e nel caso di spedizioni di grandi quantitativi i prodotti, lo smaltimento degli imballi può divenire un problema.

Il gruppo Ascon Tecnologic, che progetta e produce strumenti e soluzioni innovative nella refrigerazione e nel controllo di processo, coglie l’occasione del Giorno della Terra per annunciare un ulteriore passo avanti per rendere i propri prodotti ancora più “green”:

l gruppo italiano propone a suoi clienti OEM, l’utilizzo di una nuova serie di imballi per grandi volumi che prevedono l’inscatolamento massivo di un centinaio di termostati in un unico imballo, riducendo notevolmente la quantità di materiale da smaltire, l’ingombro dei colli durante la spedizione e quindi i costi di spedizione.

Il produttore di elettronica, con sede a Vigevano, stima un risparmio nei costi di spedizione di circa il 40% e una riduzione del 70% del materiale di imballo da smaltire, garantendo comunque colli adatti alla spedizione internazionale.

Questa soluzione rende inoltre molto più rapida l’estrazione e installazione dei regolatori e termostati di Ascon Tecnologic rendendo tutto il processo non solo a minor impatto ambientale ma anche più efficiente

Questa nuova proposta è solo l’ultima delle molte soluzioni, del produttore Italiano, rivolte al rispetto dell’ambiente, fra queste possiamo citare:

  • Sistemi di produzione a norme REACH e ROhS.
  • La Funzione ECO, presente su molti regolatori e termostati, per la riduzione dei consumi di frigoriferi e refrigeratori.
  • Il display con funzione EVO GREEN presente sui regolatori serie KUBE nel controllo di processo.
  • Una vasta gamma di soluzioni per il monitoraggio delle emissioni serie eMISSION, eCOMB e iCOMB     

Festeggia il  Giorno della Terra, con il gruppo Ascon Tecnologic !
Scegli un fornitore di strumentazione attento all’ambiente!

Contattaci ;

tel +39 0381 69 871 · fax +39 0381 69 87 30
info@ascontecnologic.com
www.ascontecnologic.com

Il parametro “Delay at power ON” (ritardo all’accensione) nasce dalla richiesta di clienti che utilizzano sensori per cui è necessario un periodo di pre-riscaldo prima di fornire una misura corretta.
L’esempio più comune è la misura di portata aria a filo caldo, ma ne esistono anche altri.
Negli anni ci siamo resi conto che i nostri clienti lo usavano per ritardare l’accensione delle macchine in modo che alcune partano subito, altre solo dopo un certo tempo (quando in generale le prime sono già a regime) e così via.
Ovviamente l’obbiettivo era quello di ridurre il picco di corrente dovuto all’accensione simultanea di più macchine.

Questa soluzione ovviamente non riduce i consumi energetici, ma consente di ridurre “l’energia impegnata” ed, in qualche caso, poter ridurre il “contratto”, ma più frequentemente evitare il rischio di multe.

In questo modo quindi i nostri clienti creano una specie di “energy management” semplificato basato non su misure, ma su ritardi e, gestendo correttamente la priorità delle macchine, possono utilizzare al meglio l’energia impegnata durante la fase più critica che è (quasi sempre) l’avviamento dell’impianto.

Vediamo un esempio:

Supponiamo che un cliente abbia 4 dispositivi (identici) da accendere.

Se tutti i dispositivi vengono accesi contemporaneamente, la corrente necessaria per portarli tutti a regime sarà la somma.
Questa situazione genera un picco di corrente che potrebbe superare il limite contrattuale con il fornitore di energia.

Se ad ogni dispositivo viene invece assegnato un diverso ritardo all’accensione (OD), il risultato sarà decisamente diverso: la stessa energia è suddivisa nel tempo generando dei picchi di minore intensità.

Impostando i ritardi all’accensione in modo che ogni dispositivo venga attivato solo dopo che il precedente è giunto a regime, si ottiene una maggiore uniformità nei consumi raggiungendo comunque la stessa situazione finale, anche se in un tempo più lungo.

Se avete esigenze diverse, non esitate a contattarci, il servizio tecnico di Ascon Tecnologic sarà felice di aiutarvi.

Scrivi a Info@ascontecnologic.com

Vuoi far diventare la tua impastatrice più semplice e più efficente ?

Scopri le soluzioni sviluppate appositamente da Ascon Tecnologic

  • Logica programmabile;
  • Interfaccia touch screen personalizzabile per l’impostazione di parametri e ricette;
  • Monitoraggio della temperatura dell’impasto;
  • Controllo remoto.

La soluzione ideale per la tua impastatrice utilizza la tecnologia basata su nP4.


Dai più valore alla tua macchina e soddisfa i requisiti Industria 4.0 !

Dì addio alla rigidità della logica cablata!

Scegli la flessibilità di una soluzione programmabile: rendi la tua impastatrice più interattiva e facile da utilizzare con un’interfaccia touch screen personalizzabile.

Imposta le tue fasi, ricette e velocità della spirale controllando anche il ribaltamento della vasca, con indicazione della temperatura.

La tua impastatrice diventa più affidabile e sicura utilizzando il contatore di ore lavorate e l’avviso di manutenzione.

Scegli una soluzione basata su nP4, per una macchina più evoluta ed efficiente!


Approfondisci in Applicazioni – Impastatrici

La temperatura con gli ingressi del trasformatore di corrente è comunemente usata nel controllo di processo, soprattutto grazie all’allarme di rottura elemento riscaldante (HBA):

  • Per verificare attuatori (SSR o contattori)
  • Per monitorare l’assorbimento di corrente

Ora puoi ottenere di più con KM2 !

Aumenta gli allarmi disponibili

Puoi contare su un allarme extra di sovra corrente , in aggiunta all’allarme HBA standard.

Controlla il tuo riscaldatore con le alimentazioni più comuni:

KM2 può essere usato con tensioni di alimentazione da 24Vdc a 240 Vac.

Programma la tua manutenzione

Con contatore ore / giorni di lavoro e relativi allarmi.


e tutte le funzioni della famiglia KUBE:

EVOtune

Parametri di taratura “primi e dimentica”.

Ingresso universale

Termocoppie,
milliVolts, Volts, mA,
PT100 / PT1000,
Ptc, Ntc.

Diversi tipi di uscite disponibili:

Relè,
Comando relè a stato solido,
Uscita analogica (mA e V),
Comando servomotore.

Wattmetro

Misura il consumo Istantaneo e/o Totalizzato del tuo riscaldatore.


Desideri monitorare il tuo circuito di riscaldamento anche se non è nel circuito di controllo?

Nessun problema!

KM2 può essere utilizzato per tenere monitorato il tuo sistema di riscaldamento e generare allarmi indipendenti basati sull’ingresso del trasformatore di corrente.

Approfitta del know-how di 50 anni nel controllo di processo di Ascon Tecnologic.

Regolatore, programmatore con funzione di Heater Break (HB)

Un esempio applicativo con TLK33

La tecnologia delle celle di Peltier è utilizzata in molti ambiti applicativi grazie ad ingombri molto ridotti ed al controllo attraverso componenti elettronici statici e silenziosi.
Quando la cella viene collegata ad un regolatore digitale, permette un controllo molto preciso della temperatura, sia in raffreddamento che in riscaldamento.

Un esempio applicativo di questa tecnologia sono le “cantinette” per il vino. Che si tratti di vini rossi, bianchi, rosè, frizzanti o fermi è sempre possibile impostare e mantenere la giusta temperatura di conservazione grazie alla regolazione digitale.


Le specifiche funzioni del TLK33 sono:

  • Regolazione PID
    Per un controllo accurato ed una veloce compensazione degli eventuali sbalzi di temperatura.
  • Inversione automatica dell’azione
    Inverte automaticamente e senza sbalzi il tipo di controllo, da raffreddamento a riscaldamento (o viceversa).
  • Elevata corrente in uscita
    La corrente di uscita standard per questo regolatore è di 7 Ampere che può essere aumentata con appositi accessori.

Puoi approfondire questo argomento nelle nostre pagine dedicate alle celle di Peltier:

Scopri di più sulle celle di Peltier
Scopri le soluzioni dedicate alle cantine per il vino

ARS1, la soluzione Ascon Tecnologic per mettere in rete i regolatori senza RS485

Molti clienti necessitano di collegare regolatori per il mondo della refrigerazione, tipicamente cost-oriented e privi di una vera e propria porta seriale, a sistemi di supervisione.

Ascon Tecnologic ha realizzato, per collegare i suoi regolatori in rete, il gateway/adattatore ARS1 che consente il collegamento fra la rete Modbus RS485 e la porta di configurazione TTL.


Nessuna impostazione

L’ARS1 non ha alcuna impostazione a bordo.
Converte, in maniera trasparente, qualsiasi dato proveniente dalla linea RS485 in un segnale compatibile con la porta TTL.


Semplice installazione

L’ARS1 si integra meccanicamente con i regolatori grazie ad un disegno proprietario che permette di collocarlo sia orizzontalmente che verticalmente, direttamente sul “case” del regolatore.

Un semplice cavetto permette di collegare la porta TTL.

La rete RS485 a due fili può essere cablata ai due morsetti disponibili sul’ARS1.


Abbiamo parlato di :
#Connettività #RS485 #Modbus #TTL #Regolatori #Refrigerazione

Ci sono altri argomenti che ti intereressano di più? Scrivici

Il controllo nelle tue mani

I forni per la panificazione presentano due superfici principali responsabili della trasmissione del calore, dette Cielo e Platea.
I sistemi di controllo della temperatura dei forni per pane e pizza devono tener conto della differenza fra la potenza richiesta da questi due elementi in modo da fornire un prodotto cotto nella maniera più corretta.

Nella gamma Ascon Tecnologic sono disponibili diverse soluzioni adatte alla gestione di forni che, fra le varie funzioni disponibili, includono anche la gestione differenziata della temperatura fra Cielo e Platea.

La superficie superiore del forno è detta “Cielo”, per ovvie ragioni fisiche, essa rappresenta la zona tipicamente più calda.

E’ detta “Platea” o “base” la superficie inferiore del forno e rappresenta la zona più fredda.
In alcuni tipi di forno, alla platea si appoggiano i cibi da cuocere (direttamente sul piano in refrattario oppure in teglia). In altri forni i cibi sono posti al centro ed entrambi gli elementi riscaldati agiscono per convezione o irraggiamento dalle due direzioni.

La potenza erogata dai sistemi riscaldanti posti nelle due zone devono essere regolati sia in base al tipo di forno sia a seconda del prodotto che si vuole cuocere.

Diverse tecniche permettono di regolare finemente queste due potenze: partendo dalla soluzione più complessa, con due canali completamente separati sino ad un unico controllo di temperatura, con una parzializzazione su uno dei due canali.

Ascon Tecnologic è in grado di offrire soluzioni per tutte le esigenze.


specialPAC e pannello operatore

L’ultima generazione di sistemi di controllo per i forni cielo/platea completato con un’interfaccia Touch Screen a colori.

Consente una regolazione con parzializzazione della temperatura cielo e platea o camera nella versione rotor.
La sua memoria interna può contenere sino a 30 ricette richiamabili per nome ed icone.
In questo modo si possono ottenere cotture differenziate a seconda del prodotto selezionato.

Allo stesso modo sono disponibili ricette, con 5 fasi ciascuna, dove è possibile impostare:

  • Temperatura;
  • Tempo di cottura;
  • Apertura serranda;
  • Velocità ventilatori;
  • Attivazione vapore.

specialPAC permette di gestire il forno in modo automatico o manuale mediante comandi Touch (accensione luce, chiusura serranda, attivazione ventola etc.).

Il calendario settimanale consente, inoltre, di programmare le partenze e associarle ad un qualsiasi programma.

E’ anche possibile esportare i dati di cottura e le parametrizzazioni su memorie USB, per successive consultazioni o per copiare i parametri e le ricette da un forno all’altro.


Regolatore KUBE con seconda uscita parzializzata

La soluzione più semplice ed efficace.

Disponibile in diversi formati di installazione, premette il controllo della temperatura nei forni cielo/platea attraverso un regolatore montato frontequadro.

Comprende una singola regolazione con una seconda uscita parzializzata, calcolata come percentuale della prima.
Ad esempio può essere regolata la potenza del cielo e di conseguenza della platea impostandone la percentuale al 30%.

Si possono avere sino a 12 programmi, così da ottenere cotture differenziate a seconda del prodotto selezionato. Ciascuno di questi programmi può contenere diverse fasi per le quali è possibile impostare:

  • Temperatura;
  • Tempo di cottura;
  • Attivazione di due comandi esterni, come ad esempio: apertura/chiusura serranda, attivazione vapore o altro.

Il regolatore può inoltre essere collegato ad un pannello operatore fornendo un’interfaccia utente piacevole ed intuitiva.


 Parzializzatori ed accessori

In alternativa, o a completamento delle soluzioni sopra proposte, sono disponibili diversi accessori:

  • Parzializzatori di potenza, per regolare e comandare con precisione ogni elemento riscaldante;
  • Timer, per attivare il forno o le uscite solo quando sia necessario;
  • Sonde di temperatura adatte a qualsiasi esigenza;
  • Relè a stato solido con diverse potenze secondo le necessità del forno.



Hai bisogno di altre informazioni?
Chiamaci per studiare insieme la soluzione più adatta al tuo forno, flessibile e personalizzata, con un sistema di controllo accurato e acquisizione dati.

Vuoi migliorare e rendere più moderno ed interattivo il tuo forno a Tunnel ?
ASCON TECNOLOGIC ha sviluppato soluzioni adatte ai forni a nastro per cottura di pizza, pasticceria, pane, verdure grigliate ed in generale per tutti i prodotti alimentari.

La soluzione ideale per le tue necessità che integra un accurato controllo del tempo di transito con quello della temperatura del forno.

Dai più valore alla tua macchina e conformati all’ Industria 4.0.

Abbandona la rigidità della logica cablata e ingombranti sensori e attuatori!
Sfrutta la flessibilità e le potenzialità di una moderna soluzione che integra sistemi di controllo compatti ed accurati con un’interfaccia grafica personalizzabile secondo le tue necessità.

ASCON TECNOLOGIC offre sistemi di controllo per molte apparecchiature nel settore della panificazione:

Forni Cielo/Platea
Forni a Nastro
Impastatrici
Celle Lievitazione /Fermalievitazione

Cogli l’occasione e rendilo conforme all’Industria 4.0.

Sei un costruttore di forni elettrici cielo/platea o forni a nastro ?
Gestire il tuo forno non è mai stato così facile, con una soluzione basata su sistemi di controllo digitali e pannelli operatore a colori che offrono:

  • Cotture precise;
  • Utilizzo facile ed intuitivo;
  • Risparmio energetico;
  • Controllo completo del forno.

Dai più valore al tuo forno e conformati all’ Industria 4.0.

La soluzione, progettata e realizzata da ASCON TECNOLOGIC, permette di abbandonare la rigidità della logica cablata in favore della flessibilità e delle potenzialità di una moderna soluzione programmabile. Con costi contenuti.

Spaventato dalla progettazione?

Il nostro team può sviluppare la tua soluzione personalizzata o insegnarlo i tuoi tecnici.

Demo gratuita disponibile !

ASCON TECNOLOGIC offre sistemi di controllo per molte apparecchiature nel settore della panificazione:

Forni Cielo/Platea
Forni a Nastro
Impastatrici
Celle Lievitazione /Fermalievitazione